Come diventare funzionario amministrativo

Come diventare funzionario amministrativo
Il profilo del funzionario amministrativo riveste un’importanza fondamentale all’interno delle istituzioni pubbliche, perché si occupa di molteplici aspetti organizzativi e gestionali.

La sua presenza è essenziale negli uffici ministeriali, negli enti locali, nelle università, nelle aziende autonome e negli enti del Servizio Sanitario Nazionale.

Le mansioni di un funzionario amministrativo possono variare in base al contesto in cui opera e all’ente nel quale lavora, ma generalmente sono le seguenti:

    • Coordinamento delle attività istruttorie per atti e procedimenti amministrativi.
    • Gestione delle pratiche amministrative, comprese quelle relative a concorsi, piani occupazionali e progressioni di carriera
    • Supervisione dei processi legati alle risorse umane, come assunzioni, valutazione delle prestazioni e cessazioni.
    • Amministrazione delle risorse economiche.
    • Elaborazione e gestione di atti amministrativi.
    • Attuazione di progetti e supporto alle decisioni dirigenziali.
    • Controllo delle procedure nelle gare pubbliche.
    • Valutazione dello stato dei procedimenti amministrativi.
    • Formulazione o risposta a interpellanze.
    • Organizzazione e coordinamento delle attività in settori specifici, come l’amministrazione, la contabilità, la finanza, il settore tecnico, ecc.

Queste mansioni elencate sono generali, ma possono cambiare in base alla specializzazione e all’ambito in cui il funzionario è impiegato. Le attività amministrative sono complesse e richiedono, infatti, il possedimento di una laurea in Giurisprudenza, Scienze Politiche, Economia e Commercio ed equipollenti. Importante è anche la conoscenza di una lingua straniera.  Consulta i concorsi attivi per funzionario amministrativo.

 

Quali requisiti sono previsti dal bando?
I requisiti sono:

    • Cittadinanza italiana/europea, salvo equiparazioni di legge
    • Età non inferiore ai 18 anni e non superiore a quella pensionabile
    • Pieno godimento dei diritti politici e civili
    • Idoneità fisica all’impiego
    • Assenza di condanne penali e procedimenti penali in corso
    • Laurea in settore economico-giuridico

I requisiti variano a seconda del bando di concorso, ecco perché si consiglia di leggerlo sempre attentamente.


Come si svolge l’esame?
L’esame per diventare un funzionario amministrativo in Italia di solito si svolge in due fasi. Nel caso, però, in cui arrivino troppe domande di partecipazione, oltre un certo numero stabilito dal bando di concorso, le fasi diventano tre:

    • 1. Prova preselettiva: di solito si tratta di una prova a quiz a risposta multipla.
    • 2. Prova scritta: può consistere in un elaborato, in domande a risposta aperta, o quiz.
    • 3. Prova orale: questa prova verifica la preparazione del candidato sulle materie oggetto del concorso e indicate dal bando.

Queste sono le linee generali. Ma, dopo la riforma dei concorsi pubblici, può essere prevista anche una sola prova scritta.


Come prepararsi al concorso?
Occorre un ottimo manuale di studio, meglio se dedicato proprio ai concorsi per Funzionario amministrativo e alle materie indicate dal bando di concorso.
È preferibile un manuale non solo teorico, ma che al suo interno comprenda anche schemi, riassunti, esempi e un indice. Il manuale di studio deve essere funzionale e servire allo scopo.

Libri di riferimento:
– Kit completo di 6 libri per funzionario amministrativo (6 libri + 6 e-book)
– kit completo di 6 ebook per funzionario amministrativo (6 e-book)

Come esercitarsi 
Puoi esercitarti in funzione della eventuale prova selettiva, oppure per verificare il tuo grado di preparazione al concorso. Quiz per funzionario amministrativo.